Fitness e Tai Chi Chuan, estetica e funzionalita’


Perché ho bisogno di fare attività fisica?
Per la maggior parte delle persone è il desiderio di un corpo asciutto, tonico e gradevole e di conseguenza si ritiene di migliorare le funzionalità del corpo. Generalmente è proposto un allenamento fitness aerobico accompagnato da una musica molto ritmata ad alto volume per invogliare a muoversi. In pochi mesi i muscoli vengono messi in risalto, la silhouette migliora e il risultato è tanto migliore tanto più si è giovani. Questo tipo di attività tende a stressare il corpo soprattutto se non è in perfette condizioni.
Con un movimento atletico rapido e veloce, magari aggravato da pesi, è complicato rispettare le funzionalità biomeccaniche del corpo – agire in velocità fa perdere il controllo. Spesso si  mette la colonna vertebrale sotto un carico che non le compete. Sino a quando i muscoli restano contratti  e tengono la struttura non si notano i problemi che alcuni tipi di esercizi provocano; solo le articolazioni forniscono dei segnali. Di frequente, più avanti negli anni, le sollecitazioni alla spina dorsale e l’orientamento errato delle ginocchia riemergono con conseguenze ma quando si è sotto i trent’anni non ci si fa caso.

Il Tai Chi Chuan utilizza principi che prediligono all’estetica, l’acquisizione della corretta funzionalità del corpo, fortificandolo e rinvigorendolo al punto da  renderlo adatto allo scontro fisico. Per riuscirci sfrutta le peculiari biomeccaniche del corpo con l’idea di rispettarlo preservandolo dall’usura.
Tramite il rispetto di precise geometrie posturali fornisce un allenamento  all’apparenza dolce: respirazione controllata, movimenti lenti che spostano il peso da un piede all’altro con rotazioni di anche, continuo mulinare di braccia in sincrono, pare quasi una danza, eppure nel tempo, equilibrio, coordinazione ed elasticità migliorano, ci sente rinvigoriti. Le gambe hanno il carico di lavoro maggiore e spesso i principianti si stupiscono che il loro corpo abbia un peso che prima non avevano mai sentito.  Tutte queste accortezze posturali aumentano la lucidità mentale e generano all’interno del corpo delle sinergie che possono essere sfruttate anche per altre discipline sportive migliorandone le prestazioni.

Privilegiare l’aspetto funzionale a quello estetico è un atteggiamento lungimirante.  Avere un corpo esteticamente gradevole non vuol dire riuscere senza problemi ad infilarsi un calzino reggendosi in equilibrio senza grossi sforzi sull’altra gamba o stare chinati a lavorare senza poi trovarsi bloccati con la schiena o ancora, agire in maniera scomposta sotto sforzo rischiando di farsi male o semplicemente alzarsi dal letto la mattina senza lamentare dolori sulla spina dorsale.

Per i corsi vedi Sedi e Programma

Share