Cos’è un corso di Chi Kung o Qi Gong


Dal 2000 il Chi Kung o Qi Gong, ha una grande diffusione in Italia ed in Europa e da qualche anno vi sono corsi specifici. Oltre ad essere parte integrante del Tai Chi Chuan, viene praticato anche in altri stili di altri marziali – anche quelli che non lo hanno nella loro tradizione.

Per chiarezza è bene sapere che di Chi Kung ne esistono di vario tipo. Il termine tradotto significa “lavorare con l’energia vitale”. Il Chi/QI attraverso una pratica specifica viene fatto circolare nel corpo. Si potrebbe suppore che questa “energia vitale”  sia qualcosa legato al “misticismo” orientale che non trova basi concrete. Di fatto il Qi Gong si fonda sugli stessi principi dell’agopuntura riconosciuta dal 2010 patrimonio dell’umanità dall’UNESCO ed è ormai in uso in occidente per la cura di diverse patologie. In Italia solo un medico è autorizzato a praticare la terapia dell’agopuntura.

Perché il Qi Gong sia efficacie è necessario che il corpo assuma esatte posture senza contrarre la muscolatura. Le pratiche più conosciute sono: il Qi Gong dei cinque animanli e del Baduanjin meglio conosciuto come le otto pezze di broccato. Poi vi è il Qi Gong statico, quello più conosciuto è il palo immobile  -Zheng Zhuang – dove si mantiene una posizione apparentemente immobile con otto varianti. La tecnica viene modificata quando il praticante domina la tecnica base. Nel Zheng Zhuang è particolarmente impegnativo tenere  la mente  in ascolto del corpo per raggiungere e mantenere al meglio certe condizioni e non disperdere l’attenzione nei pensieri; per questo il Chi Kung viene considerato anche come esercizio di meditazione.

 Il fine ultimo del Chi Kung è comunque quello di fare circolare l’energia. Lo scopo può essere puramente terapeutico – il più usato – oppure con finalità marziali. In quest’ultimo caso è più facile capire se la pratica è efficacie perché dovrebbe rendere più radicati sul terreno e con una struttura corporea che tende all’espansione; condizioni che si dovrebbero tenere durante l’esecuzione delle applicazioni marziali per essere saldi sul terreno, resistenti agli urti ed efficaci nelle tecniche.

Perché i benefici del Qi Gong siano visibili anche in qualche mese devono essere rispettate due condizioni: avere un metodo valido e praticare con costanza nel quotidiano.

Per i corsi vedi Sedi e Programma

 

Può essere utile l’approfondimento con

Tai Chi Chuan: la Forma è centratura e radicamento

Share